HIV: l’importanza dei gruppi di supporto

Quando ci si ritrova di fronte a una condizione medica, anche impegnativa nel lungo periodo come possono essere quelle associate all’HIV e l’AIDS, spesso si pensa che i farmaci siano la sola cosa importante.

Si parla di una malattia? Si risolve con la cura. Facile.

In realtà la faccenda non è così diretta ed è molto più complessa di quanto possa sembrare. Per quanto il supporto medico sia vitale, anche quello psicologico gioca un ruolo fondamentale sia per i malati che per coloro che non si trovano ad aver bisogno di cure.

I gruppi di sostegno

HIV limportanza dei gruppi di supporto 2 - HIV: l'importanza dei gruppi di supporto

Fortunatamente esistono realtà che si occupano di sostenere chi sperimenta sulla propria pelle queste condizioni e, allo stesso tempo, di informare coloro che invece le osservano solo da lontano. Numerose sono, infatti, le associazioni dedicate all’HIV, tra cui ANLAIDS e Arcobaleno AIDS.

Quest’ultima in particolare permette di accedere a dei gruppi di aiuto, anche se i pazienti hanno la possibilità di sfruttare i social network per trovare altre persone nelle medesime condizioni. Talvolta parlare con chi può capire il proprio disagio o dolore è molto più terapeutico di quanto non possa sembrare.

Gli eventi e le campagne

HIV limportanza dei gruppi di supporto 1 - HIV: l'importanza dei gruppi di supporto

Allo stesso modo, gli eventi che si tengono su scala nazionale (e non solo) hanno due principali scopi: il primo è quello di informare, sia per fare prevenzione tramite l’utilizzo di strumenti adatti, sia per sensibilizzare le persone sull’argomento.

Molto spesso, infatti, si parla di HIV solo in relazione a notizie allarmanti di contagi volontari o nel caso della morte di personaggi famosi, quando il fenomeno è molto più complesso.

Uno dei peggiori aspetti dei pazienti affetti da HIV, è l’ostracismo da parte della società, che comporta un’enorme solitudine e carico mentale per persone che già devono affrontare più difficoltà di quante dovrebbero.

Infine, la terza motivazione dietro gli eventi è la raccolta fondi: per quanto possa sembrare veniale, le raccolte monetarie sono essenziali per permettere di sostenere nel modo migliore i pazienti e far progredire la ricerca medica.