Eventi

La relazione di cura medico-paziente – Cosa c’è ancora da sapere

ssss

Dettagli evento

calendar_today Data
21 Feb 2019

query_builder Ora
18.00

place Location

Testolini, - Via Mestrina n°86 Mestre (VE)

COOPERATIVA SOCIALE GEA
ASSOCIAZIONE DONNE MEDICO SEZIONE DI VENEZIA
con il IL PATROCINIO DELL’ORDINE MEDICI DI VENEZIA

GIOVEDI’ 21 FEBBRAIO 2019, ALLE 18.00
SALA ORDINE MEDICI IN VIA MESTRINA A MESTRE – VE

PRESENTAZIONE DEL LIBRO
“LA RELAZIONE DI CURA MEDICO-PAZIENTE. Cosa c’è ancora da sapere”, a cura di LIUVA CAPEZZANI, Linea Edizioni

Intervengono, oltre all’autrice:
Alessandro MELUZZI, Psichiatra, Psicoterapeuta, Criminologo, Scrittore, Opinionista e autore della prefazione del testo
Alessandro CECI, Epistemologo ed esperto in scienze sociali, Direttore Scientifco del CeAS – Centro Alti Studi – e della società di epistemologia Teasis Engennerinig e coautore
Emanuela BLUNDETTO, consiglio Ordine Medici di Venezia e vicepresidente associazione Donne Medico Venezia
Giovanni LEONI, presidente Ordine Medici Venezia e vice presidente nazionale FNOmceo
Modera Nicoletta BENATELLI, giornalista

INGRESSO LIBERO

Un testo per medici, psicologi, ma anche per pazienti e per tutti coloro che chiedono di star bene, potendo incontrare e integrare consapevolezza e sentimento.
L’attuale crisi dell’alleanza terapeutica tra medico e paziente, minacciata da burocrazia e nuovi mezzi di comunicazione e informazione, è riletta nelle articolazioni della complessità della relazione di cura medico-paziente secondo una prospettiva antropologica, etico-filosofica, vecchi e nuovi significati dei fondamenti di responsabilità e fiducia, secondo un punto di vista empirico cioè quello del medico, di colui che il mestiere lo pratica, secondo ciò che affermano i pazienti nella letteratura scientifica e secondo gli sviluppi della legislazione in merito al consenso informato.
Ciò che ancora c’è da sapere è che l’alleanza terapeutica migliora non quando si mette al centro il paziente, e nemmeno il medico, ma quando al centro si pone, si osserva e si modula la relazione di cura. La relazione di cura medico-paziente, infatti, è anche l’incontro tra due storie di cura.

Liuva Capezzani è Psicologa Psicoterapeuta Psico-Oncologa. Specialista in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale, Psicoterapia Sensomotoria Liv. II, practitioner in EMDR. Docente alla Scuola Internazionale di Psicoterapia con Setting Istituzionale in Roma.

Associazione Donne Medico punta a valorizzare il lavoro della donna medico in campo sanitario e a promuovere la collaborazione tra le donne medico, collaborando anche con le altre associazioni sia italiane che internazionali per lo studio delle problematiche sanitarie e socio-sanitarie che coinvolgono la collettività, e in particolare le donne. L’associazione è inoltre impegnata a promuovere la formazione scientifico-culturale in campo sanitario, collaborando con organismi ed istituzioni pubbliche e a elaborare trial di studio e linee guida.

Cooperativa Sociale Gea è impegnata nella promozione di attività culturali e percorsi di cittadinanza attiva, coesione sociale e del volontariato. Con il progetto Vita Indipendente offre un sistema di interventi e servizi socio-sanitari a domicilio a sostegno delle persone con disabilità fisiche, intellettive e con disagio psichico; con il servizio Progetti Flessibili si occupa di promozione delle risorse personali e dell’inclusione sociale di persone con problematiche psichiche; gestisce Casa Amelia, un comunità alloggio che offre assistenza extraospedaliera a favore di persone con infezione da HIV/AIDS; opera nella gestione di strutture per l’accoglienza di persone straniere richiedenti la protezione internazionale e per l’accoglienza di minori stranieri non accompagnati affiancati nel percorso per l’integrazione e l’inserimento sociale, scolastico e lavorativo, lavora nell’ambito dell’inclusione e integrazione scolastica e sociale dei bambini e ragazzi Rom e Sinti e gestisce lo Sportello di Assistenza Legale gratuita “M. Giacomini”.

Condividi su
FacebookTwitterGoogle+Email
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.