News

Grande successo per l’incontro inaugurale della rassegna Mesthriller

Grande successo giovedì 2 novembre 2017 per l’evento promosso da Cooperativa Sociale Gea in collaborazione con biblioteca civica di Mestre per l‘incontro inaugurale della rassegna Mesthriller.

Sotto la sapiente regia del moderatore Edoardo Pittalis, già vice direttore de il Gazzettino stimolanti interventi dei tre relatori: lo scrittore Fulvio Ervas, il cronista di nera de la Nuova Venezia Carlo Mion e Stefano Signoretti, dirigente della squadra mobile di Venezia.

Fulvio Ervas ha sottolineato che scrivere per lui è anche e soprattutto cercare di denunciare i crimini ambientali che hanno devastato il nostro territorio. Non solo creatività e talento narrativo, quindi, ma anche un grande impegno civile ed educativo.

Carlo Mion invece ha descritto la difficoltà di fare buon giornalismo oggi, in un contesto che presenta un ritmo sempre più frenetico con un flusso di informazioni spesso non verificate che circolano sui social quando accade un evento. “Ci sono fatti talvolta gravissimi e rispetto ai quali l’opinione pubblica chiede massima chiarezza – ha spiegato Mion – mentre il cronista si trova di fronte investigatori che hanno bisogno del tempo giusto e di notevole impegno per arrivare a risultati concreti”.

Il dottor Signoretti confessa un’enorme passione per la lettura – adora in particolare i libri di Fred Vargas – ma non si identifica con nessun eroe delle fiction televisive: “Il lavoro dell’investigatore è fatto di grande sacrificio e i risultati richiedono massimo impegno grazie a un lavoro di squadra in cui ognuno dà un fondamentale contributo”. Per Signoretti inoltre l’Italia può essere fiera del sistema di sicurezza e dell’apparato investigativo dello stato.

Davanti ad un folto pubblico, che ha seguito il confronto con estrema attenzione, si è celebrata una bella serata dedicata alla cultura e alla promozione del senso di civiltà. Cooperativa Gea promuove da anni iniziative di sostegno alla cittadinanza attiva perché nessuna comunità può evolvere se non si riparte dal senso di responsabilità di ciascuno di noi. Di fronte al male si può vincere solo uniti.

Complimenti anche a biblioteca civica Vez e a tutti i promotori di Mesthriller: l’associazione Piego di Libri e la libreria Ubik. Dall’incontro è emersa la conferma che la nostra città è viva ed è una delle più stimolanti dal punto di vista culturale e sociale. C’è una grande crisi ma è un’opportunità per dare il meglio.

Condividi su
FacebookTwitterGoogle+Email
No Comments

Lascia un commento