Eventi

La storia giudiziaria del “processo alla chimica”

ssss

Dettagli evento

calendar_today Data
15 Mag 2017

query_builder Ora
17.30

place Location

Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani, 30172 Mestre (VE)

LUNEDÌ 15 MAGGIO ore 17.30
al CENTRO CULTURALE CANDIANI,
piazzale Candiani, Mestre


100 ANNI DI PORTO MARGHERA

LA STORIA GIUDIZIARIA DEL “PROCESSO ALLA CHIMICA” NELL’ARCHIVIO DELL’IVESER

LA VERITA’ GIUDIZIALE A CONFRONTO CON LA STORIA, LE VITTIME, LA SCIENZA E IL DIRITTO


Saluto di Giuseppe Saccà, membro Comitato Celebrazioni Centenario Fondazione Porto Marghera

Intervengono:
Marco Borghi, direttore IVESER
Annamaria Marin, presidente Camera Penale veneziana
Marco Vassallo, avvocato penalista
Giorgia Masello, avvocato e vicepresidente cooperativa sociale Gea
Beppe Gioia, consiglio Ordine Giornalisti del Veneto

Modera:
Nicoletta Benatelli, giornalista

Con il patrocinio del Comitato Promotore per le celebrazioni del Centenario della Fondazione di Porto Marghera, Cooperativa Sociale GEA, in collaborazione con il Centro Culturale Candiani, promuove un incontro per la presentazione al pubblico dell’archivio dell’IVESER (l’Istituto Veneziano per la Storia della Resistenza e della società contemporanea) contenente gran parte degli atti del maxi processo per le morti dei lavoratori addetti al cloruro di vinile monomero (CVM) e gli articoli di stampa del periodo.

Il “processo alla chimica” di Porto Marghera ha rappresentato, per molti versi, un punto di non ritorno nella storia giudiziaria delle morti per esposizione ad agenti cancerogeni, divenendo altresì un punto di partenza per lo studio e la valutazione degli strumenti giudiziari utili a contemperare il rispetto dei criteri scientifici e il rigore tecnico giuridico, nella formazione e nell’acquisizione della prova penale, con il doveroso aspetto della tutela della persona offesa dal reato.

L’evento prende le mosse dalla proiezione del cortometraggio animato “El Mostro”, prodotto da Studio Liz e dedicato alla memoria dell’operaio Gabriele Bortolozzo che, con la propria denuncia, ha consentito l’apertura delle indagini. Il cortometraggio, attraverso le testimonianze dei soggetti coinvolti nel maxi processo, racconta a vari livelli la storia del processo alla chimica e il tentativo di sconfiggere “il mostro” grazie a strumenti come il diritto, la solidarietà, l’informazione e l’approfondimento scientifico.


L’evento ha ricevuto il riconoscimento di due crediti formativi dall’Ordine Avvocati di Venezia.

Condividi su
FacebookTwitterGoogle+Email
No Comments

Lascia un commento